Primi interventi urgenti di protezione civile conseguenti alle eccezionali avversità atmosferiche verificatesi a febbraio e marzo 2015 nel territorio della regione Abruzzo

 

In attuazione della disposizioni della OCDPC del 26 maggio 2015, n. 256 (Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 127 del 4 giugno 2015), il Commissario Delegato attiva una ricognizione, con l’utilizzo della piattaforma telematica all’uopo predisposta, tra gli Enti locali colpiti dagli eventi calamitosi di febbraio e marzo 2015 in ordine a:

1) art. 1, comma 3 – OCDPC 256/2015:

a) interventi realizzati nella fase di prima emergenza rivolti a rimuovere le situazioni di rischio, ad assicurare l’indispensabile assistenza e ricovero delle popolazioni colpite dai predetti eventi calamitosi (rimozione di fanghi e/o macerie, spese di primo soccorso, assistenza alla popolazione, ecc.);

b) attività poste in essere, anche in termini di somma urgenza, inerenti alla messa in sicurezza delle aree interessate dagli eventi calamitosi;

c) interventi urgenti volti ad evitare situazioni di pericolo o maggiori danni a persone o a cose.

2) art. 2 - OCDPC 256/2015:

d) elenco dei nuclei familiari la cui abitazione principale, abituale e continuativa sia stata distrutta in tutto o in parte, ovvero sia stata sgomberata in esecuzione di provvedimenti delle competenti autorità adottati a seguito degli eccezionali eventi meteorologici di cui all’oggetto.

 

Documenti

Piano degli Interventi (art. 1 e 2, OCDPC 256/2015)

A seguito delle allerte maltempo del Centro Funzionale d’Abruzzo pervenute a partire dal 29 dicembre, la Sala Operativa della Protezione Civile regionale ha operato nel seguente modo:

- Ha partecipato con il proprio personale alle riunioni del COV (Comitato Operativo Viabilità) della Prefettura dell’Aquila per coordinare gli interventi emergenziali;

- Nel pomeriggio del 29 dicembre sono state preallertate oltre 50 Organizzazioni di volontariato di protezione civile della Regione Abruzzo (14 della Provincia dell’Aquila, 17 della Provincia di Chieti, 10 della Provincia di Teramo, 13 della Provincia di Pescara) con indicazione di pronto intervento a partite dalle ore 23:00 del 29 dicembre;

- Dalla tarda mattinata del 30 dicembre e per tutta la nottata seguente sono state attivate circa 20 Organizzazioni di volontariato (25 squadre con mezzi fuoristrada attrezzati) che hanno svolto vari interventi, tra i quali:

• Pattugliamento continuo (concordato con Prefettura AQ e C.O.A. A25 – A24) della tratta autostradale CARSOLI-CHIETI (6 squadre) e TORNIMPARTE-TERAMO (3 squadre) con vari interventi di soccorso agli automobilisti;

• presidio e supporto (mediante distribuzione di generi di prima necessità) agli automobilisti bloccati ai caselli autostradali di: Teramo (Basciano 20 mezzi bloccati), L’Aquila OVEST (6 mezzi bloccati), Avezzano (70 mezzi bloccati ricoverati presso Polo Logistico di Avezzano in collaborazione con la C.R.I.), Magliano (10 mezzi bloccati), Celano (8 mezzi bloccati), Pratola Peligna (20 mezzi bloccati), Bussi (20 mezzi bloccati), Manoppello (20 mezzi bloccati), Villanova (25 mezzi bloccati poi trasferiti a Centro Commerciale Megalò);

• Soccorso a quattro automobilisti bloccati presso il Comune di Anversa degli Abruzzi con trasporto dei civili presso struttura ricettiva loc. Castrovalva;

• Soccorso a decine di automobilisti bloccati sulla SS. 17 Castel di Sangro – Roccaraso;

• Soccorso e ristoro a tre automobilisti bloccati sulla SP 690 presso stazione Q8;

• In collaborazione con il CFS soccorso ai residenti della loc. Le Grette del Comune di Gioia dei Marsi;

- Dalla mattinata del 31 dicembre e fino alle ore 15.30 del 1 gennaio 2015 sono state attivate circa 28 Organizzazioni di volontariato per un totale di 31 squadre e circa 100 volontari, con mezzi fuoristrada attrezzati) che hanno svolto tra l’altro, i seguenti interventi:

• Pattugliamento delle tratte autostradali della A24 e A25 (Carsoli-Magliano-Cocullo-Pratola-Bussi e Teramo-Assergi) con vari interventi di soccorso agli automobilisti bloccati nei vari caselli chiusi a causa del maltempo;

• Pattugliamento e soccorso a decine di automobilisti bloccati sulle strade provinciali in direzione Roccaraso(AQ) sia da Sulmona che da Castel Di Sangro per tutta la giornata;

• Pattugliamento e soccorso agli automobilisti sulla strada provinciale nei Comuni di Castel del monte - Santo Stefano di Sessanio-Calascio - Barisciano; • Trasporto a domicilio di materiale sanitario nel Comune dell’Aquila;

• Trasporto dializzato da Pescasseroli all’ospedale di Sulmona;

• Pattugliamento e soccorso su alcune tratte autostradali della Provincia di Chieti, nonché sui tratti interni più colpiti dai fenomeni nevosi;

• Interessamento dell’azienda acquedottistica CAM per mancanza di acqua nel Comune di Rocca di Botte;

• In collaborazione con il personale del Comune di S. salvo si è provveduto al trasporto di circa 50 ragazzi rimasti bloccati presso il Comune di Capracotta al Comune di San Salvo;

In aggiunta di quanto sopra riportato sono state decine gli interventi di supporto e soccorso alla popolazione in difficoltà svolti dalle Organizzazioni di volontariato che come al solito hanno risposto con puntualità e professionalità alle richieste della Sala Operativa regionale. Da segnalare la particolare collaborazione delle stazioni di servizio dell’Autostrada dei Parchi, che come da convenzione, hanno fornito pasti e bevande ai volontari di protezione civile per la loro distribuzione agli automobilisti. Un ringraziamento va al Sindaco di Pratola Peligna che ha offerto un pasto caldo agli automobilisti bloccati al casello di Pratola, distribuito dai volontari di protezione civile.

 

Ordinanza di protezione civile per favorire e regolare il subentro della regione Abruzzo nelle iniziative finalizzate al superamento della situazione di criticita' determinatasi in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi nei giorni dall'11 al 13 novembre ed il 1° e 2 dicembre 2013 nel territorio della regione Abruzzo

La regione Abruzzo e' individuata quale amministrazione competente al coordinamento delle attivita' necessarie al completamento degli interventi necessari per il superamento del contesto di criticita' determinatosi nel territorio regionale a seguito degli eventi richiamati in premessa.  

Per le finalita' di cui al comma 1, l'ing. Carlo Giovani, dirigente della regione Abruzzo, e' individuato quale responsabile delle iniziative finalizzate al definitivo subentro della medesima regione nel coordinamento degli interventi integralmente finanziati e contenuti in rimodulazioni dei piani delle attivita' gia' formalmente approvati alla data di adozione della presente ordinanza. Egli e' autorizzato a porre in essere, entro 30 giorni dalla data di pubblicazione del presente provvedimento nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, le attivita' occorrenti per il proseguimento in regime ordinario delle iniziative in corso finalizzate al superamento del contesto critico in rassegna, ivi compreso l'eventuale proseguimento delle misure di assistenza alla popolazione di cui all'art. 2 dell'ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile n. 150 del 21 febbraio 2014, nei limiti delle risorse disponibili sulla contabilita' speciale di cui al comma 4, all'esito dell'accertamento di economie derivanti dall'attuazione degli interventi in rassegna. Il predetto dirigente provvede, altresi', alla ricognizione ed all'accertamento delle procedure e dei rapporti giuridici pendenti, ai fini del definitivo trasferimento delle opere realizzate ai Soggetti ordinariamente competenti. 

L'ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile n. 234/2015 è pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 05.05.2015 n° 102.

 

Decreti del Dirigente Responsabile  

 Decreto n.1 del 15 maggio 2015

 Decreto n.2 del 2 Luglio 2015

 Decreto n.3 del 8 Settembre 2015

 Decreto n.4 del 9 Settembre 2015

 Decreto n.5 del 9 Settembre 2015

 Decreto n.6 del 9 Settembre 2015

 Decreto n.7 del 9 Settembre 2015

 Decreto n.8 del 17 Settembre 2015

 Decreto n.9 del 17 Settembre 2015

 Decreto n.10 del 6 Ottobre 2015

 

 

Con Determina DC32 n. 99 del 7/10/2014 sono state iscritte n. 12 Organizzazioni.

Organizzazioni iscritte con determina n. 99 del 7 ottobre 2014.pdf

Informazioni aggiuntive