LEGGI

Legge n. 100 del 12 luglio 2012

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 15 maggio 2012, n. 59, recante disposizioni urgenti per il riordino della protezione civile


Legge 9 novembre 2001, n. 401

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 7 settembre 2001, n. 343, recante disposizioni urgenti per assicurare il coordinamento operativo delle strutture preposte alle attività di protezione civile.


Legge 21 novembre 2000, n. 353

Legge-quadro in materia di incendi boschivi.


Legge finanziaria 23 dicembre 2000, n. 388

Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato - art. 138 contenente "Disposizioni relative a eventi calamitosi".


Legge 10 agosto 2000, n. 246

Potenziamento del Corpo nazionale dei vigili del fuoco.


Legge 24 febbraio 1992, n. 225

Istituzione del servizio nazionale della protezione civile.


Legge 11 agosto 1991, n. 266

Legge Quadro sul Volontariato.


Legge 18 maggio 1989, n. 183

Norme per il riassetto organizzativo e funzionale della difesa del suolo

 

DECRETI

Decreto del Capo Dipartimento del 12 gennaio 2012

Intesa tra il Dipartimento della Protezione Civile e le Regioni e Province Autonome sulla definizione delle modalità dello svolgimento delle attività di sorveglianza sanitaria


DPCM 5-5-2011

Modello rilevamento danni post sismico

  • Manuale AeDES: Manuale per la compilazione della scheda di 1° livello di rilevamento danno, pronto intervento e agibilità per edifici ordinari nell’emergenza post-sismica (AeDES)
  • Scheda AeDES: SCHEDA DI 1° LIVELLO DI RILEVAMENTO DANNO, PRONTO INTERVENTO E AGIBILITÀ PER EDIFICI ORDINARI NELL'EMERGENZA POST-SISMICA.

Decreto interministeriale 13 aprile 2011

Disposizioni in attuazione dell'articolo 3, comma 3-bis, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, come modificato ed integrato dal decreto legislativo 3 agosto 2009, n. 106, in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.


Decreto ministeriale 5 ottobre 2009

Disposizioni in materia di uso dei dispositivi lampeggianti luminosi su veicoli di servizio adibiti a servizio di protezione civile. (09A12274) (GU n. 247 del 23-10-2009 )


Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81

Attuazione dell'articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.


Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 21 novembre 2006

Costituzione e modalità di funzionamento del Comitato operativo della protezione civile.


Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 23 ottobre 2006

Modifiche all'organizzazione del Dipartimento di protezione civile


Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 6 giugno 2005 n° 166

Assegnazione alla regione Abruzzo di risorse finanziarie ai sensi dell'art 32 bis del DL 30 settembre 2003 n° 269.


Decreto 28 marzo 2003 Presidente Consiglio dei Ministri Dipartimento Protezione Civile

Dichiarazione dello stato di emergenza in relazione alla tutela della pubblica incolumità nell'attuale situazione internazionale.


Decreto 12 aprile 2002 Presidente Consiglio dei Ministri Dipartimento Protezione Civile

Costituzione della Commissione nazionale per la previsione e la prevenzione dei grandi rischi.


Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, 2 marzo 2002

Costituzione del Comitato operativo della protezione civile.


Decreto Presidente della Repubblica 194/2001

Regolamento recante norme concernenti la partecipazione delle organizzazioni di volontariato nelle attività di Protezione Civile.


Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, 20 dicembre 2001

Linee guida relative ai piani regionali per la programmazione delle attività di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi.


Decreto Legislativo del 17 agosto 1999, n. 334

Attuazione della direttiva 96/82/CE relativa al controllo dei pericoli di incendi rilevanti connessi con determinate sostanze pericolose.


Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 18 maggio 1998, n. 429

Regolamento concernente norme per l'organizzazione e il funzionamento della Commissione nazionale per la previsione e le prevenzione dei grandi rischi.


Decreto Legislativo 31 marzo 1998, n. 112

Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni ed agli enti locali, in attuazione del capo I della Legge 15 marzo 1997, n. 59

 

ATTI DI INDIRIZZO

Direttiva del 9 novembre 2012

Indirizzi operativi per assicurare l'unitaria partecipazione delle organizzazioni di volontariato all'attività di protezione civile


Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 27 febbraio 2004

Indirizzi operativi per la gestione organizzativa e funzionale del sistema di allertamento nazionale e regionale per il rischio idrogeologico ed idraulico ai fini di protezione civile.


Circolare 30 settembre 2002, n. 5114 Pres. Consiglio dei Ministri Dip. Protezione Civile

Ripartizione delle competenze amministrative in materia di protezione civile.


Circolare n. 7218/2006

Norme di comportamento per l’utilizzo del volontariato di protezione civile.


Circolare n. 8137/2007

Criteri per l’impiego delle componenti e delle strutture operative del Servizio nazionale della Protezione civile, con particolare riferimento all’impiego delle organizzazioni di volontariato nelle attività di controllo del territorio


Circolare n. 16525/2008

Criteri per l’impiego delle componenti e delle strutture operative del Servizio nazionale della Protezione civile, con particolare riferimento all’impiego delle organizzazioni di volontariato nelle attività di controllo del territorio: chiarimenti.


Circolare n. 18461/2009

Organizzazioni di volontariato nelle attività di protezione civile. Chiarimenti in ordine all’applicazione dell’art. 6, comma 3 e seguenti del decreto legge 23 febbraio 2009, n. 11 “ Misure urgenti di sicurezza pubblica e di contrasto alla violenza sessuale, nonché in tema di atti persecutori”.

Leggi

L.R. n. 28/2011: Prorogata al 31 dicembre 2012 l'entrata in vigore della LR 28/2011


L.R. 11 agosto 2011, n. 28

Norme per la riduzione del rischio sismico e modalità di vigilanza e controllo su opere e costruzioni in zone sismiche.


L.R. 29 marzo 2005 n. 438

Indirizzi generali e disposizioni di attuazione dell'OPCM n°3274 del 20 marzo 2003 su: Primi elementi in materia di criteri generali per la classificazione sismica del territorio nazionale e di normative tecniche per le costruzioni in zona sismica.


L.R. 27 Dicembre 2002, n. 34

Interventi urgenti per la prevenzione del rischio idrogeologico sul territorio della Regione Abruzzo e interventi di somma urgenza relativi alle varie ipotesi di rischio.


L.R. 11 Novembre 1998, n. 127 

Interventi in materia di Protezione Civile e riconoscimento delle attività dell'Associazione Nazionale Alpini - Sezione Abruzzi.


L.R. 9 Febbraio 1996, n. 12

Norme per la previsione e prevenzione dal rischio sismico. Collaborazione con il gruppo nazionale per la difesa dai terremoti del consiglio nazionale delle ricerche.


L.R. 12 agosto 1993, n. 37

Recepisce i principi sanciti dalla Legge quadro sul volontariato.


L.R. 14 dicembre 1993, n. 72

Disciplina delle attività Regionali di Protezione Civile.


L.R. 18 giugno 1992, n. 47

Norme per la previsione e la prevenzione dei rischi da valanga.


L.R. 20 luglio 1989, n. 58

Volontariato, associazionismo ed Albo regionale per la Protezione Civile.


L.R. 14 maggio 1985, n. 37

Attività ed iniziative urgenti per la Protezione Civile.

 

Regolamenti

REGOLAMENTO 10 luglio 2002, n. 2

Norme per l'adozione e l'utilizzo dell'emblema distintivo di Protezione civile della Regione Abruzzo

 

ATTI DI INDIRIZZO

DGR 126 del 18.02.2013

L.R. del 20.07.1989 n. 58 e s.m.i. Volontariato, Associazionismo ed Albo regionale per la Protezione Civile: Proroga Convenzione


DGR 127 del 18.02.2013

L.R. 11 novembre 1998, n. 127 Interventi in materia di protezione civile e riconoscimento dell'attività dell'Associazione Nazionale Alpini - Sezione Abruzzi Proroga convenzione per rinnovo intesa tra Regione Abruzzo e l'Associazione Nazionale Alpini - Sezione Abruzzi


DGR 177 del 4.03.2013

Oggetto: Beni mobili di pronto impiego assegnati alla Regione Abruzzo ai sensi del D.P.C.M. 12 settembre 2000, giusta verbale di consegna del 24 maggio 2007 a cura del Dipartimento della Protezione Civile - approvazione schema di contratto di comodato d'uso gratuito e degli indirizzi di massima relativi alla assegnazione


DGR 178 del 4.03.2013

L.R. 20.07.1989 n. 58 Volontariato associazionismo ed Albo Regionale per la Protezione Civile e successive modifiche ed integrazioni: Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9.11.2012 Indirizzi operativi volti ad assicurare l'unitaria partecipazione delle Organizzazioni di Volontariato all'attività di protezione civile G.U. n. 27 del 1 febbraio 2013. Adempimenti


DGR 266 del 15.04.2013

Legge 21 novembre 2000, n. 353. Programma delle attività di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi. Anno 2013

In questa sezione  sono consultabili:

1.    Leggi, decreti,  ordinanze, atti di indirizzo nazionali

2.    Leggi regolamenti atti di indirizzo regionali

3.    Documenti

 

 

Le valanghe sono il maggior pericolo invernale per chi frequenta la montagna ma poiché il fenomeno è prevedibile è di fondamentale importanza conoscere quali sono le aree più a rischio, quelle in cui il fenomeno si verificano.

Le valanghe, infatti, sono movimenti di masse di neve che si generano quasi sempre nelle aree di montagna con terreni privi di copertura vegetale e poiché il manto nevoso è in continua evoluzione ed eventi meteorologici possono favorire il distacco della massa nevosa, è importante seguire alcune regole.

In questa sezione sono riportate alcuni comportamenti fondamentali da seguire prima di avventurarsi in montagna per evitare il rischio di caduta valanga ed anche i comportamenti da adottare in caso di neve e ghiaccio.

In Abruzzo i boschi rappresentano una caratteristica costante e molto diffusa; si estendono per oltre 300.000 ettari, pari a circa il 30% della superficie del territorio.

Il patrimonio boschivo costituisce un’immensa ricchezza per l’ambiente, per l’equilibrio del territorio per la conservazione della biodiversità e del paesaggio; provoca danni immediati perché scompaiono in poco tempo molte specie vegetali ed animali ma anche danni nel tempo: il degrado progressivo delle aree colpite ed il dissesto idrogeologico può produrre conseguenze drammatiche per i centri abitati.

Gli incendi sono ormai diventati un’emergenza ambientale, affliggono la natura ogni estate e costituiscono uno dei principali fattori di rischio per il territorio.

In questa sezione troverete cosa fare in caso di incendio.

Campagna di prevenzione rischio incendi

Informazioni aggiuntive