I compiti, rivisti dalla recente legge n. 100/2012 sono definiti dalla Legge 225/1992, e dalla L.R. n. 72/1993 come l'insieme delle attività di previsione e prevenzione delle varie ipotesi di rischio presenti sul territorio e di gestione di potenziali situazioni di emergenza.

Tali attività sono:

Previsione: l'insieme delle attività tecnico-scientifiche che consentono lo studio e l'identificazione sul territorio delle situazioni di rischio e le zone ad esse soggette;

Prevenzione: le attività finalizzate ad evitare o ridurre al minimo le probabilità che si verifichino danni conseguenti agli eventi calamitosi.

Soccorso e superamento dell'emergenza: l'attuazione degli interventi integrati e coordinati diretti ad assicurare alle popolazioni colpite dagli eventi ogni forma di prima assistenza .

Informazioni aggiuntive