Domenica 13 dicembre si è svolta a Cavezzo (MO) l’inaugurazione del Palazzetto dello Sport ristrutturato dalle lesioni causate dal sisma del 20 e 29 maggio 2012.

Durante l’evento è stata scoperta una targa celebrativa in ricordo dell’attività di soccorso della Protezione Civile della Regione Abruzzo.

 

Il Sindaco di Cavezzo Lisa Luppi, e gli Assessori regionale Palma Costi e Paola Gazzolo hanno ringraziato la Protezione Civile della Regione Abruzzo, ricordandone la tempestività dell’intervento, e soprattutto la professionalità e l’umanità del suo personale volontario e non.

Il Responsabile dell’Ufficio Emergenze e della Sala Operativa nonché Responsabile del “Campo Abruzzo” di Cavezzo, Silvio Liberatore, in rappresentanza della Regione Abruzzo dopo aver dato lettura del messaggio del Presidente della Giunta Regionale Abruzzo Luciano D’Alfonso, ed aver portato i saluti del Sottosegretario Mario Mazzocca, ha ringraziato le autorità presenti per il riconoscimento dato al Sistema regionale di protezione civile abruzzese. L’Abruzzo era stata tra le prime Regioni ha comunicare la disponibilità del proprio sistema emergenziale in soccorso della popolazione emiliana, spinta dal sentimento di ringraziamento e riconoscenza per l’impegno profuso dalla Regione Emilia Romagna durante il Terremoto Abruzzo del 2009.

La commozione dei presenti durante il taglio del nastro e soprattutto durante la scoperta della targa ha evidenziato l’amicizia vera profonda nata nei momenti di difficoltà, tra i cittadini di Cavezzo e il personale (volontari e dipendenti regionali) della Protezione Civile abruzzese.

Il “Campo Abruzzo” di Cavezzo, molto apprezzato dall’allora Capo Dipartimento di Protezione Civile Franco Gabrielli che lo ha visitato più volte, ha ospitato circa 1000 sfollati dal 29 maggio al 20 ottobre 2012, ha fornito 250.000 pasti ed è stato gestito grazie a 10.000 presenze di volontari di protezione civile, coordinati dal personale della Sala Operativa di protezione civile Abruzzo presente ininterrottamente sul posto.

"Siamo orgogliosi - ha dichiarato il sottosegretario regionale delegato Mario Mazzocca - della nostra Protezione Civile. Il relativo sistema, che anno per anno riesce a migliorarsi continuamente, è divenuto un vero punto di riferimento di molte realtà locali italiane, tanto da essere sempre più preso ad esempio dalle stesse. La spina dorsale del sistema sono i nostri 7mila volontari, che non finiremo mai di ringraziare, per la continua propensione al donare alla comunità le proprie professionalità, oltre che il relativo tempo sottraendolo ai propri interessi, agli affetti ed al tempo libero. Un valore assoluto".

 

Informazioni aggiuntive