Anche nel 2019 i volontari di protezione civile continueranno ad impegnarsi per la diffusione della cultura di protezione civile, proseguendo l’attività volta a far crescere una matura consapevolezza dei rischi presenti sul territorio e a far conoscere le buone pratiche che ogni cittadino può seguire per ridurne gli effetti.

In occasione della Giornata Internazionale per la riduzione dei disastri naturali promossa dalle Nazioni Unite, il 12 e 13 ottobre 2019 torna la Campagna “Io non rischio ”: i volontari di protezione civile incontreranno i cittadini per il nono anno consecutivo.

Quest’anno la campagna promossa da Anpas, INGV, dal Consorzio ReLuiss, fondazione CIMA insieme al Dipartimento Nazionale della Protezione Civile si presenta in una veste nuova, inserendosi in un più ampio programma di iniziative nell’ambito del progetto della settimana nazionale della protezione civile: un’intera settimana nella quale tutte le componenti e strutture operative del Servizio Nazionale della protezione civile saranno chiamate a promuovere incontri e iniziative per far conoscere meglio agli italiani come è organizzato il nostro sistema e quali sono le sue capacità, favorendo la conoscenza dei territori e dei rischi e, in collaborazione con le strutture territoriali di protezione civile, l’approfondimento dei sistemi locali e dei piani  comunali.

CANDIDATURA DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO.

A partire dai prossimi giorni e fino al 31 marzo, le associazioni di volontariato di protezione civile che desiderano partecipare a “Io non rischio” 2019 potranno presentare la propria candidatura solo presso Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. per accedere al percorso formativo che le preparerà all’appuntamento di ottobre.

Potranno candidarsi sia le associazioni che hanno partecipato alle edizioni precedenti, sia quelle che vogliono impegnarsi per la prima volta.

 

PRESELEZIONE DEI VOLONTARI FORMATORI.

Parte anche una nuova selezione di volontari formatori, che sarà condotta a livello regionale e di cui troverete maggiori dettagli sul sito www.iononrischio.it.

Informazioni aggiuntive